Racing
MotoGP
Superbike

A Portimao va in scena l’ultimo atto della stagione MotoGP 2020

Per il Ducati Team sarà l’ultima gara con Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci.

La MotoGP è arrivata al finale di una stagione che è stata fortemente influenzata dalla pandemia mondiale e che ha fatto sì che l’organizzatore fosse costretto a rivedere, fra le altre cose, anche il calendario e le piste dove poter svolgere le gare.

Si chiude quindi la stagione a Portimao, su di una pista dove la MotoGP non ha mai gareggiato, ma che è garanzia di spettacolo. Il tracciato dell’Algarve è da molti anni una delle tappe fisse della Superbike ed è fra i favoriti dai piloti di quella categoria. Quest’anno il tracciato portoghese ha ricevuto la visita anche del mondiale di Formula 1, risultando uno dei gran premi più spettacolari di stagione. 

Adesso tocca alla MotoGP che ha svolto qui un test un paio di mesi fa con i soli piloti collaudatori, mentre per i piloti titolari il regolamento di quest’anno prevedeva l’utilizzo nel test di moto stradali. Dovizioso e Petrucci non hanno perso l’occasione per utilizzare la Superleggera V4 prendendo confidenza con i saliscendi di Portimao con la moto stradale di produzione più vicina ad una MotoGP.

Portimao sarà l’ultima gara in rosso per Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci e visto che entrambi militano in Ducati da lungo tempo, 6 anni il ternano e 8 il forlivese, auspichiamo una bella gara di entrambi per salutarsi nella giusta maniera. Valencia non era certo la pista ideale per le prestazioni della Desmosedici GP ma il tracciato di Portimao, peraltro dotato di un lunghissimo rettilineo, sembra essere molto favorevole sulla carta alle rosse di Borgo Panigale. 

Se per Petrucci l’ultima gara non avrà particolari obiettivi di classifica, per Dovizioso teoricamente il podio del campionato è ancora fattibile. Non sarà facile, ma la matematica ancora non lo condanna e Andrea farà di tutto per chiudere bene la sua avventura in rosso. Assegnato il titolo piloti rimane in ballo il titolo costruttori, dove le chance di vittoria per Ducati sono piuttosto buone, dividendo la testa della classifica con Suzuki. Sarà una bella sfida, tenuto conto che solo la prima moto classificata del costruttore, indipendentemente dal team di appartenenza, prenderà i punti validi per il campionato. 

L’Autodromo Internazionale do Algarve è un tracciato estremamente spettacolare, caratterizzato da uno spiccato profilo altimetrico. Inaugurato nel 2008, è famoso per i due salti in discesa, che le moto affrontano però a velocità moderata, ma anche per il lunghissimo curvone finale che invece ha nell’alta velocità di percorrenza la sua peculiarità. L’impianto è dotato di infrastrutture di altissimo livello e la recente gara di Formula 1 ne ha evidenziato la validità.

Per tutti i Ducatisti sarà possibile seguire gli aggiornamenti live dalla pista e commentare le gare insieme a noi su Twitter e sui nostri account ufficiali Facebook e Instagram e non dimenticate di usare l'hashtag #ForzaDucati.

GP del Portogallo
Autodrono Internationale do Algarve (GP del Portogallo)
20 novembre - 22 novembre 2020 Autodrono Internationale do Algarve
Info Generali

Dista circa 200 km da Lisbona ed è stata realizzata nel 2008. Si tratta di un tracciato impegnativo, caratterizzato da due ripidi dislivelli in discesa che lo rendono molto spettacolare. Ha inoltre punti molto veloci ma anche curve molto lente. Impressionante la gigantesca tribuna centrale che fronteggia la pit lane.

Dati circuito
  • Lunghezza 4.592 Km
  • Curve 12
  • Giro record
  • Numero giri 25
  • Velocità media
  • 20 novembre
    • Prove libere 1 UTC
    • Prove libere 2 UTC
  • 21 novembre
    • Prove libere 3 UTC
    • Prove libere 4 UTC
    • Qualifiche 1 UTC
    • Qualifiche 2 UTC
  • 22 novembre
    • Gara UTC