Il Motorland di Aragon apre la stagione europea della Superbike

Dopo le due strepitose gare di apertura in Australia e Tailandia, il mondo della Superbike approda nel vecchio continente per la parte centrale della stagione.

Dopo aver vinto tutto quanto c’era da vincere nei primi due round, Alvaro Bautista si presenta al la gara di casa deciso a voler tener viva la serie positiva. In poco tempo il pilota spagnolo ha saputo raggiungere un affiatamento assolutamente straordinario con la Panigale V4 R e siamo certi anche al Motorland di Aragon sarà in grado di dire la sua.

Il primo round europeo dovrebbe sancire anche il ritorno nelle posizioni di testa per Chaz Davies. Il gallese già dalla domenica della Tailandia, aveva mostrato un passo avanti deciso verso le posizioni di testa. Peccato per l’inconveniente che lo ha fermato in Gara 2 quando era a ridosso dei primi. Chaz avrà il vantaggio di correre in uno dei suoi circuiti preferiti, visto che proprio qui ha raccolto ben 7 dei 29 successi che ha fin qui collezionato in Superbike.  

L’aria europea dovrebbe giovare anche a Michael Ruben Rinaldi, che nella parte iniziale ha dovuto scontare l’adattamento alla nuova Panigale V4 R su circuiti a lui del tutto sconosciuti. Il giovane romagnolo ha fatto un buon lavoro ed in Tailandia ha portato a casa buoni risultati. Il processo di crescita dovrebbe ora accelerare su piste che lui già conosce.

Ci sono stati segnali positivi anche dalla Ducati di Eugene Laverty. Il pilota di Toomebridge era stabilmente nella top 10 a Buriram, prima che lo spaventoso incidente patito in Gara 1 lo mettesse fuori gioco per l’intero weekend. Per l’irlandese il ritorno in Europa dovrebbe coincidere con il ritorno alla competitività ed alle posizioni di testa.

Il Motorland di Aragon è uno dei più recenti impianti sorti in Spagna dedicato al motorsport. La struttura è attrezzata in maniera esemplare per ospitare manifestazioni di alto livello. La pista stessa è uno dei più bei tracciati che si possano trovare nella penisola iberica. Percorso estremamente tecnico, dotato anche di variazioni altimetriche, ha punti decisamente impegnativi come il piccolo “cavatappi” e la successiva curva “del muro”, dove la violenta decelerazione avviene a moto già parzialmente piegata. Da non dimenticare poi il lungo rettilineo parallelo al traguardo, dove le Panigale V4 R possono esprimere tutta la esuberante potenza di cui sono dotate. 

Aragon Round
Motorland Aragon (Aragon Round)
5 aprile - 7 aprile 2019 Motorland Aragon
Info Generali

Il circuito di MotorLand Aragón si è conquistato un posto nel mondiale grazie anche alla storia motociclistica di Alcañiz, che ha ospitato corse stradali dal 1963 al 2003. La necessità di maggior sicurezza ha promosso la costruzione di questo nuovo circuito. Con il supporto delle istituzioni locali, l'architetto tedesco Hermann Tilke ha disegnato un tracciato lungo 5,077 Km.

Dati circuito
  • Lunghezza 5.345 Km
  • Curve 14
  • Giro record 1'49''755
  • Numero giri 18
  • Velocità media 166.53
  • 5 aprile
    • Prove libere 1 UTC
    • Prove libere 2 UTC
  • 6 aprile
    • Prove libere 3 UTC
    • Superpole UTC
    • Gara 1 UTC
  • 7 aprile
    • Gara UTC
    • Gara 2 UTC
Per tutti i Ducatisti sarà possibile seguire gli aggiornamenti live dalla pista e commentare le gare insieme a noi su Twitter e sui nostri account ufficiali Facebook e Instagram e non dimenticate di usare l'hashtag #forzaducati