L’Aruba.it Racing – Ducati affronta la seconda gara di stagione in Tailandia

Dopo la classica gara inaugurale in Australia, il calendario Superbike 2019 propone un’ulteriore trasferta ad est per la gara che si tiene sul circuito di Chang international.

Se moto e mezzi sono stati spediti direttamente da Phillip Island a Buriram, pi loti e squadre sono rientrati in Europa, per poi sobbarcarsi dopo 3 settimane una nuova trasferta intercontinentale, alla volta della Tailandia.

Alvaro Bautista ha aperto la s tagione come meglio non poteva, centrando tre perentorie vittorie in Australia, che lo hanno issato in testa al mondiale. Il pilota spagnolo è in un momento di forma notevole e l’affiatamento che ha raggiunto con la nuova Panigale V4 R è veramente impressionante . Chaz Davies invece, è stato costretto ad affrontare il round australiano scontando il fatto di aver potuto provare poco a Gennaio a causa del problema fisico alla schiena. Il gallese ha ancora da lavorare per raggiungere l’intesa ideale con la nuova moto, ma già dalla seconda manche a Phillip Island i segni di cr escita si sono intravisti. E’ stato invece un weekend interlocutorio per le altre due Ducati portate in pista da Eugene Laverty e Michael Rinaldi. L’irlandese arriva in Tailandia con 12 punti avendo raggiunto il traguardo in tutte e tre le frazioni, cosa non riuscita a Rinaldi, che nella manche conclusiva è stato costretto al ritiro da una noia meccanica. 

Per il quarto anno consecutivo la Superbike fa tappa sul circuito di Chang International. La pista tailandese è un tracciato molto lineare, caratterizzato da lunghi rettilinei spezzati da curve lente. Vedremo come saprà adattarsi la nuova Panigale V4 R sulla pista asiatica senza l’ausilio dei due giorni di test preliminari che invece erano disponibili in Australia. Al di la dei buoni risultati colti a Phillip Island i team Ducati lavoreranno al meglio per permettere ai nostri piloti di poter dar battaglia anche a Buriram.

Thai Round
Chang International Circuit (Thai Round)
15 marzo - 17 marzo 2019 Chang International Circuit
Info Generali

Il circuito tailandese è opera dell’architetto tedesco Hermann Tilke ed è stato inaugurato nel 2014. Il tracciato è dotato di due lunghi rettilinei seguiti da una zona guidata ma viene categorizzato come una pista “stop and go” dove grosse frenate sono seguite da brucianti accelerazioni. Dista circa 450 km dalla capitale Bangkok e nelle ampie tribune posso prendere posto fino a 100.000 spettatori.

Dati circuito
  • Lunghezza 4.554 Km
  • Curve 12
  • Giro record 1'32''724
  • Numero giri 20
  • Velocità media 176.81
  • 15 marzo
    • Prove libere 1 UTC
    • Prove libere 2 UTC
  • 16 marzo
    • Prove libere 3 UTC
    • Superpole UTC
    • Gara 1 UTC
  • 17 marzo
    • Gara UTC
    • Gara 2 UTC
Per tutti i Ducatisti sarà possibile seguire gli aggiornamenti live dalla pista e commentare le gare insieme a noi su Twitter e sui nostri account ufficiali Facebook e Instagram e non dimenticate di usare l'hashtag #forzaducati