La MotoGP affronta le tre gare finali fra Valencia e Portimao

Per il Ducati Team doppio impegno in Spagna per poi affrontare in Portogallo l’ultima gara in calendario

Un altro doppio appuntamento attende la MotoGP al circuito Ricardo Tormo di Valencia. Quello che per anni è stato il gran finale di stagione, quest’anno verrà seguito dalla gara di Portimao a causa delle revisioni che il calendario della MotoGP ha dovuto subire per lo stato di pandemia. 

Con 75 punti ancora disponibili la lotta per il titolo di Andrea Dovizioso non può certo considerarsi conclusa, nonostante le difficoltà di adattamento che moto e pilota continuano ad incontrare in questo 2020. Per cercare di ovviare a questi problemi Michele Pirro ha svolto una serie di test sulla pista valenciana in modo da avere le idee chiare sugli assetti da utilizzare nei weekend di gare. Nulla è ancora perduto quindi, confidando che le temperature particolarmente fredde non mettano di nuovo i bastoni fra le ruote alle Desmosedici GP. Il doppio appuntamento spagnolo vedrà Danilo Petrucci impegnato a cercare di riconfermare la buona prestazione di Le Mans. A Valencia è tutt’altro raro che possa piovere e dal momento che il ternano sotto l’acqua ha dimostrato ancora una volta di avere una marcia in più, 

Valencia offrirà una occasione di riscatto anche per i piloti del Pramac Racing dopo che le gare al Motorland non hanno portato i risultati sperati. Jack Miller poi è stato particolarmente sfortunato, dal momento che è stato eliminato da un incidente nella partenza della seconda gara quando in prova aveva dimostrato di avere un buon passo gara.

Il circuito intitolato a Ricardo Tormo è un tracciato molto tortuoso ricavato all’interno di un enorme catino formato dalle tribune. Non è dotato di particolari allunghi velocistici, ma anzi le MotoGP passano molto del tempo sul giro parzializzando l’apertura dell’acceleratore. E’ un circuito che richiede quindi una ciclistica molto bilanciata per permettere buona velocità di percorrenza in curva.

Per tutti i Ducatisti sarà possibile seguire gli aggiornamenti live dalla pista e commentare le gare insieme a noi su Twitter e sui nostri account ufficiali Facebook e Instagram e non dimenticate di usare l'hashtag #ForzaDucati.

GP Europa
Circuito Ricardo Tormo (GP Europa)
6 novembre - 8 novembre 2020 Circuito Ricardo Tormo
Info Generali

Il circuito Ricardo Tormo a Cheste, realizzato nel 1999, ha ospitato il suo primo Gran Premio nello stesso anno. La pista prevede diversi tracciati, di lunghezze differenti, che girano tutti in senso anti-orario. Sebbene l’impianto sia relativamente piccolo, le lunghe tribune che lo circondano possono contenere oltre 150.000 spettatori. Il layout del circuito crea un ambiente unico sia per i piloti che per il pubblico, sempre entusiasta, che arriverà sicuramente numeroso per l'ultimo Gran Premio del calendario.

Dati circuito
  • Lunghezza 4.005 Km
  • Curve 14
  • Giro record 1'31''116
  • Numero giri 27
  • Velocità media 158.2
  • 6 novembre
    • Prove libere 1 UTC
    • Prove libere 2 UTC
  • 7 novembre
    • Prove libere 3 UTC
    • Prove libere 4 UTC
    • Qualifiche 1 UTC
    • Qualifiche 2 UTC
  • 8 novembre
    • Gara UTC