Rinaldi è decimo in una gara 1 in difesa a Jerez

Il pilota del Barni Racing Team Michael Rinaldi ha concluso decimo gara 1 sul circuito di Jerez - Angel Nieto conquistando altri sei punti nella classifica di campionato mondiale MOTUL FIM Superbike.

Superpole

Dopo un venerdì positivo, Rinaldi ha confermato l’ottava posizione nelle FP3 di questa mattina, concentrato nell’ottenere una buona posizione di partenza in Superpole. Il pilota riminese è riuscito ad abbassare il suo miglior tempo fino all’ 1’39.090, un secondo e due decimi più veloce di ieri. In una classifica che ha visto i primi undici piloti raggruppati in un secondo, Rinaldi si è piazzato in decima posizione a solo 2 decimi e mezzo dal quarto miglior tempo.  

Race 1 

Rinaldi è scattato bene dalla quarta fila mantenendo la decima posizione. Nonostante abbia fatto segnare il suo miglior tempo al terzo giro (1’41.363) ha sofferto nella prima metà della gara subendo il sorpasso di Davies e Haslam. Stringendo i denti, Rinaldi è riuscito a essere costante nella seconda parte e dopo l’uscita di scena di Torres, il numero 21 del Barni Racing Team si è inserito nella battaglia per il nono posto in un gruppo di tre piloti che hanno combattuto fino alla fine della gara. Gli sforzi hanno pagato e, nonostante Rinaldi non sia riuscito a sorpassare Cortese e Haslam, è comunque rientrato nella top ten grazie alla caduta di Lowes all’ultima curva. Con il risultato di oggi Rinaldi è dodicesimo nella classifica di campionato con 50 punti".

Marco Barnabò - Team Principal

"Pensando a come ci eravamo preparati al venerdì il risultato è certamente al di sotto delle aspettative, ma credo che nella Superpole Race e in gara 2 potremo essere competitivi come lo siamo stati ieri".

Michael Ruben Rinaldi #21: Gara 1 - P10

"E’ stata una gara in difesa, non avevo il giusto feeling con la moto ma ho cercato di gestire al meglio la situazione e ho portato a casa il decimo posto. Non era quello che ci aspettavamo, spero di riuscire a dare il massimo domani e migliorare il risultato di oggi".