Ducati People

Chiara, Marialena e Stefania:
amiche per la pelle,
amiche per passione.

Per Mariaelena Caizzi, Chiara Lovato e Stefania Demicheli non c’è tempo speso meglio del tempo speso in moto. Su una Ducati, per la precisione. Ma ancora più bello è dare sfogo alla loro passione tutte e tre insieme. Come alla tappa inaugurale del DRE Rookie, l’evento che circa un anno fa le ha fatte conoscere e che ha dato il via alla loro splendida amicizia. Come agli Scrambler Days of Joy, in cui regolarmente danno prova delle loro abilità di guida a tutta la community e come nella giornata in pista in sella al nuovo Monster, dove le abbiamo incontrate per dare a tutti i Ducatisti la possibilità di conoscerle più da vicino.

I vostri profili social già dicono tanto di voi: siete giovani, siete simpatiche, sapete divertirvi e far divertire. Oltre a essere motocicliste e digital creators siete grandi amiche e appassionate Ducatiste. Dimentichiamo qualcosa?

Mariaelena - Sono studentessa di scienze motorie. In passato sono stata atleta professionista di salto in alto e salto triplo. Da allora mi è rimasto l’agonismo. Tutto ciò che faccio lo faccio per passione ma anche per sfida. Amo allenarmi almeno quanto coltivare le mie amicizie.

Chiara - Sono ingegnere gestionale. Bilancio la parte di me più razionale con una passione sfrenata per gli sport adrenalinici, come lo sci, il downhill, il wakeboard. E naturalmente le moto.

Stefania - Lavoro nell’officina di famiglia. Amo gli sport, lo sci in particolare, mentre proprio non mi piace stare in casa. Fortunatamente vivo nelle Langhe, un luogo fantastico che mi permette di vivere sempre in sella.

Da dove nasce la vostra passione per le moto?

Stefania - È stato mio padre a trasmettermi la passione per i motori in generale. Lui, pilota di slalom in salita, ha sempre avuto un debole per le auto. Io invece già da piccola preferivo le moto, e appena ho potuto me la sono comprata.

Mariaelena - Anche per me arriva dalla famiglia. Mio nonno correva con le prime Moto Morini. Anche mio padre è motociclista. All’inizio però non era convinto di farmela guidare, poi per fortuna si è ammorbidito!

Chiara - Sono di Bologna, quindi sono cresciuta con il mito dei Colli Bolognesi e della Ducati. A 14 anni ho preso il patentino e dopo tre mesi di messaggi continui mio padre ha ceduto e mi ha comprato lo scooter. Lo usavo tantissimo, penso di aver percorso qualcosa come 30.000 mila km! Poi a 24 anni sono passata al Monster. Ero talmente fissata che l’ho comprato prima ancora di avere la patente!

È la passione che vi ha fatto conoscere. Ricordate cosa avete pensato la prima volta che vi siete viste, al DRE Rookie di un anno fa?

Mariaelena - Chiara è una pazza!

Chiara - Ah sì, io ero gasatissima, era la prima esperienza in pista e non stavo nella pelle!

Stefania - Ci siamo divertite proprio tanto. Era la prima esperienza su pista per tutte, superato un po’ di imbarazzo iniziale l’abbiamo vissuta al massimo e con grande naturalezza.

Mariaelena - Siamo entrate subito in sintonia, ci siamo date consigli per tutta la giornata, e anche dopo l’esperienza abbiamo continuato a sentirci. Da lì si è creata un’amicizia molto forte, e poter condividere la passione con delle vere amiche rende tutto più magico.

Chiara - Abbiamo tutte età diverse e facciamo tutte cose diverse. Se non fosse stato per Ducati non ci saremmo mai incontrate e invece ora eccoci qui, siamo inseparabili!

Qual è la vostra moto?

Chiara - Il Monster 695, ma a brevissimo passerò alla SuperSport 950. L’ho già ordinata!!!

Stefania - Il Monster 821.

Mariaelena - La moto che ho sempre sognato: lo Scrambler Full Throttle.

E ogni quanto la usate?

Mariaelena - Sempre, anche di inverno! L’assicurazione è sempre attiva, perché per me sarebbe impensabile un weekend con il sole senza un giro in moto.

Chiara - Anche io non ho mai bloccato l’assicurazione. Io vado sempre al lavoro in moto, qualunque sia il meteo!

Stefania - Purtroppo qui a Torino nei mesi più freddi tocca stare fermi. Ma da marzo in poi la uso sempre, appena ce n’è la possibilità.

Che tipo di motocicliste siete? Sportive, amanti del viaggio, avventurose?

Stefania - Per me il massimo è la gita del weekend sulle strade di montagna e sui passi alpini, ma la pista mi entusiasma e voglio tornarci il prima possibile. E poi d’estate il mio viaggio di 10-15 giorni in moto non me lo toglie nessuno.

Chiara - A Bologna c’è la Futa, se sei un motociclista bolognese non puoi non andare in Futa il weekend! Il mio sogno però è la pista, mi piace molto e mi piacciono le moto da pista. Ho anche iniziato ad andare in minimoto per migliorare la mia guida.

Mariaelena - Mi piacciono molto le gite del weekend, la pista mi dà scariche incredibili di adrenalina ma per me l’off-road è libertà totale. Lo amo e voglio imparare a danzare sullo sterrato come i veri piloti da fuoristrada.

L’esperienza di guida che sognate di fare?

Mariaelena - Il Chica Loca, un Rally femminile che si corre nel deserto dell’Oman. È il motivo per cui da un anno a questa parte ho iniziato a fare motocross.

Chiara - Io e Stefi siamo più da asfalto. Per cui per me il sogno è fare il tempone a Misano o al Mugello.

Stefania - Come pista il Mugello, ci sono già stata con Dario Marchetti sulla biposto ed è veramente fantastico. Come viaggio, dopo aver attraversato la Foresta Nera, i Balcani e la Francia, la prossima volta mi piacerebbe andare a Capo Nord.

La prima volta
non si scorda mai

Com’è stata la prima volta in sella a una Ducati?

Mariaelena - Esaltante! Me la portò mio padre a casa e mi disse: ”Eccola, è la tua Ducati”. Mi misi a piangere commossa. Un’emozione unica.

Chiara - Ho sempre avuto il pallino del Monster, ma avevo il timore di non riuscire a guidarlo. Quando l’ho preso e me lo sono visto davanti non ci potevo credere. Mi è venuto il groppo in gola.

Stefania - Ho sempre desiderato un Monster, e quando finalmente sono riuscita a prendere il mio 821 l’ho sentito subito mio.

E c’è una Ducati dei sogni?

Stefania - Lo Streetfighter V4.

Chiara - Una Ducati supersportiva con cui divertirmi ancora di più, la Panigale V2.

Mariaelena - La Multistrada, perché è la moto perfetta per godersi il viaggio e anche l’off-road.

Tre parole sul nuovo Monster.

Stefania - Facile da guidare, leggerissimo, molto divertente.

Chiara - La risposta al gas è pazzesca, proprio perché è leggerissimo. È talmente maneggevole che sembra di stare su una bicicletta, solo che poi apri il gas! Ma insieme alla potenza ti dà tanta confidenza. A ogni giro ti porta ad andare sempre più in là, cosa che nel mio caso specifico ha significato la mia prima grattata col ginocchio in pista. È stato bellissimo, quasi commovente! Ma se fossi stata su un’altra moto non credo ce l’avrei fatta!

Mariaelena - È stato una rivelazione pazzesca. È una moto davvero intuitiva, fa sentire libere e sicure anche chi, come me, ha poca esperienza in pista.

Da Ducatiste, che sensazione è stata vivere una giornata in pista sul nuovo Monster?

Stefania - Bellissimo, quasi surreale. All’inizio eravamo tutte un po’ agitate, ma poi, anche grazie ai fotografi e allo staff di Ducati, è stato tutto molto naturale.

Mariaelena - Una grandissima soddisfazione. Essere chiamati da Ducati per fare quello che più ci piace è un sogno che si avvera.

Chiara - È stato bellissimo anche perché eravamo noi tre, avevamo la pista tutta per noi e quindi eravamo motivatissime. Lo rifarei altre cinquanta volte!

Insieme è
ancora più divertente

I vostri follower vi vedono in sella allo Scrambler, alla Panigale, al Monster… Oltre che fra di voi, dimostrate di avere la massima sintonia anche con moto molto diverse tra loro!

Chiara - Sì, tante persone ci contattano per chiederci come va la moto, come guidarla al meglio… Si è creata una community bellissima, composta non solo da ragazze ma anche da tanti ragazzi. Persone che si sono affezionate al gruppo e sono felici quando ci vedono insieme!

Mariaelena - Condividere le proprie passioni con Chiara e Stefania trasmette energia e positività e questo passa a tutti. Le ragazze ti prendono come esempio e i ragazzi ti riconoscono la passione e l’impegno. Non ci può essere soddisfazione più grande!

Stefania - Sui social tante ragazze mi scrivono per avere consigli. Le donne se vogliono possono fare tutto, e questo è un messaggio che son contenta di trasmettere!

Piano piano stiamo riacquistando la libertà, anche quella di tornare in sella. Voi come la sfrutterete? Quali sono i vostri prossimi appuntamenti?

Stefania - Io tra pochi giorni torno in pista, e non vedo l’ora! Poi mi concederò un bel tour tra Passo della Futa, Raticosa e Toscana.

Chiara - Io e Mariaelena siamo state ai Days of Joy Scrambler a Cesenatico. Appena mi arriverà la mia nuova SuperSport 950 la sfrutterò subito al massimo, magari con qualche esperienza in pista!

Mariaelena - Sicuramente i Days of Joy e un po’ di sano off-road all’Isola d’Elba. E poi finalmente un week-end con loro due a Bologna!

E se qualcuno aveva dei dubbi sulla sincerità della vostra amicizia, dopo questa intervista non dovrebbe averne più! Resta da capire una cosa soltanto: perché Ducati?

Mariaelena - Ducati è il mito. Il sogno di tutti gli amanti delle moto. Ci sono tante moto al mondo, ma le Ducati sono uniche, le riconosci a distanza di un chilometro.

Stefania - Per me Ducati è LA moto. La Rossa che vedi da bambina e ti resta impressa per sempre.

Chiara - Ducati perché sono di Bologna, e Ducati è un orgoglio. E poi perché le Ducati uniscono eleganza, potenza e aggressività. È la moto con la M maiuscola.

Chiara, Mariaelena e Stefania In pista con il Monster: primo contatto!
Chiara, Mariaelena e Stefania In pista con il Monster: il divertimento continua!
Iscriviti alla newsletter

Inserendo il tuo indirizzo email sarai sempre aggiornato sulle novità e le promozioni Ducati.

Puoi in qualsiasi momento completare la tua registrazione e creare il tuo profilo nella sezione MyDucati per ricevere comunicazioni personalizzate e accedere a tutte le funzionalità.

Acconsenti all'informativa privacy
Inserisci una email valida