Intervista con un mito

Il re e la regina.

Carl “Foggy” Fogarty ci racconta della sua Ducati 916 e della nuova Panigale V4 25° Anniversario 916

Un giorno del lontano 1994, nel mondo del motociclismo apparve questa moto rivoluzionaria, con una linea elegante e una tecnologia innovativa che la resero immediatamente un’icona di stile e di intramontabile bellezza.

E di vittorie. Mentre ammira la nuova Panigale V4 25° anniversario 916, Carl Fogarty ci racconta il suo rapporto con la Ducati 916 e tutti quei momenti indimenticabili che sono ancora oggi nei cuori dei fan della Ducati e della Superbike in tutto il mondo.

Il re e la regina

Che cosa rappresenta la 916 per Carl Fogarty?

La Ducati 916 rappresenta il mio passato, la mia storia. Questa moto mi ha permesso di conquistare grandi successi e di divertirmi molto. Posso proprio dire che abbiamo instaurato un ottimo rapporto. In un certo senso siamo stati compagni di battaglie; abbiamo iniziato insieme nel 1994, con grandi aspettative, molto da dimostrare e una grande fame di vittorie. 

Abbiamo percorso molta strada insieme e per me sarà sempre molto più di una moto. È come una parte della mia vita alla quale sarò per sempre legato, così come a tutti i miei amici in Ducati, alla mia famiglia italiana a Borgo Panigale.

Ducati è Superbike

Per la Ducati, la 916 è stata una vera e propria svolta nei suoi 60 anni di storia. Nata grazie al talento di Massimo Tamburini - il Michelangelo delle moto - la 916 è stata la sintesi perfetta delle tradizioni e delle future aspirazioni della Ducati.

Insieme alla sua anima gemella con cui condivide lo stile di vita, la Ducati Monster, la 916 è diventata l’ammiraglia che ha permesso alla società di espandere le proprie frontiere, simbolo di un processo di evoluzione e rivoluzione che è culminato nel logo moderno creato da Massimo Vignelli, il Maestro del design italiano, e DNA di stile, sofisticatezza e prestazioni che rendono le Rosse di Borgo Panigale diverse da tutto il resto per gli appassionati di motociclismo in tutto il mondo.

Che significato ha la 916 per i fan della Superbike?

Penso che i fan del WorldSBK di tutto il mondo, indipendentemente dalla scuderia e dal pilota preferiti, considerino la Ducati 916 la moto per antonomasia. Il concetto della 916 ha avuto un enorme successo, ha riunito un mare di fan e ha rappresentato un cambiamento radicale per il marchio Ducati nel mondo. È una moto moderna ancora oggi, sensazione che poche moto riescono a trasmettere. È davvero speciale, incredibile.

Gli anni ‘90 sono stati il periodo d’oro del WorldSBK. La nostra visibilità era altissima e i fan di tutto il mondo erano molto appassionati. Le nostre moto avevano lo stesso aspetto delle versioni stradali; il WorldSBK era infatti l’equivalente a quattro tempi della MotoGP, nella quale le moto avevano motori a due tempi. Essere al top in quegli anni faceva parte dei sogni di molti fan. Guidare moto che si potevano trovare sul mercato, lottare per la vittoria in un modo più spettacolare rispetto alla MotoGP.

Sono convinto che i fan se ne siano resi conto. E che la 916 rappresenti l'apice di quella cultura. Come la McLaren di Senna o la Ferrari di Schumacher per i fan della Formula1. Farne parte è un vero privilegio.

C’è mai stato un momento in cui hai capito che tu e la 916 stavate entrando nella storia?

In quel periodo, quando correvo sulla Ducati 916, non avevo la minima idea che avremmo creato qualcosa di eterno; il nostro desiderio era solo vincere le gare. Potrebbe sembrare ovvio, ma è la verità. Lavoravamo duramente, gara dopo gara, concentrandoci solo sul lavoro necessario per la gara successiva, senza pensare a ciò che stava accadendo intorno a noi. 

Ora, ripensandoci, mi rendo conto di come questi due nomi (Carl Fogarty e Ducati 916) siano davvero diventati emblematici per lo sport e importanti per il mondo delle corse in tutto il mondo. Sono molto fiero. In realtà, non penso che vincere le gare sia tutto. Sono necessari carattere e dedizione speciali. La storia può rendere onore al talento, ma è il duro lavoro che fa la differenza.

Quasi troppo bella per correre

Esistono dei momenti speciali insieme alla 916 che ci vuoi raccontare?

Mi vengono in mente due momenti del mio lungo rapporto con questa moto che mi fanno sorridere. Il primo è quando l’ho vista per la prima volta a Donington. Nei box. Era DAVVERO troppo bella per essere usata per correre. Ero preoccupato di graffiarla o di cadere. Se riguardiamo i video di quegli anni, possiamo accorgerci di quanto quella moto fosse diversa da tutte le altre, come qualcosa di alieno o di completamente nuovo. Mi ricordo anche che i giornalisti si chiedevano se quella moto fosse la scelta giusta.

Lo è stata. Ciò che ha reso speciale la 916 non è stato solo il suo design. Il secondo momento che non dimenticherò mai è quando ho tagliato il traguardo a Phillip Island nel 1994. Sentire la musica di quel motore alla fine della gara ed essere in vetta al mondo. Ha fatto proprio battere il mio cuore in un modo speciale. Non riuscivo a smettere di sorridere.

Il nostro mito

Che cosa hai provato quando hai visto per la prima volta la nuova Panigale V4 25° anniversario 916?

Per prima cosa: non riesco a immaginare che siano già passati 25 anni :)

Scherzi a parte, quando mi sono trovato davanti agli occhi la Panigale V4 25° anniversario 916 sono rimasto a bocca aperta. È splendida. È nuova, ma riporta alla mente il passato, con quel numero 1, il logo Foggy e il colore dei cerchi in magnesio identico a quello di una volta. Questa moto ha però molti nuovi elementi speciali, dal suono sorprendente del motore V4 alla ciclistica. Non vedo l’ora di salirci sopra e di provarla. È una moto splendida e gloriosa.

Redline Magazine 01/2019

La potenza della nuova Panigale V4 R, l'adrenalina della nuova Hypermotard 950, i colori della Joyvolution e tanto altro ancora. L'ultima edizione del Redline Magazine è ricca di storie da leggere tutto d'un fiato!

Iscriviti alla newsletter

Inserendo il tuo indirizzo email sarai sempre aggiornato sulle novità e le promozioni Ducati.

Puoi in qualsiasi momento completare la tua registrazione e creare il tuo profilo nella sezione MyDucati per ricevere comunicazioni personalizzate e accedere a tutte le funzionalità.

Acconsenti all'informativa privacy
Inserisci una email valida