Il Ducati Team affronta l’ultimo appuntamento della stagione a Valencia

Dopo 8 mesi e 18 gare in 4 continenti la stagione della MotoGP si chiude con il classico appuntamento sul circuito intitolato a Ricardo Tormo.

Il Ducati Team rimette piede in Europa dopo le 4 gare a est, dove Andrea Dovizioso ha racimolato due presenze sul podio in Tailandia e Australia. Un bottino che per certi versi può sembrare inferiore alle aspettative, ma che invece ha sancito la grossa crescita della Desmosedici GP in termini di competitività. A fronte di prestazioni a livello dei migliori in Giappone e Malesia, la moto ha dimostrato un consistente step competitivo sia a Buriram, dove nei test precampionato non aveva particolarmente brillato, ma soprattutto a Phillip Island dove si è dimostrata competitiva durante tutto il weekend quando negli anni precedenti la pista australiana aveva dato grossi grattacapi al team italiano.

Forte della maturità della Desmosedici GP, Dovizioso affronta questo ultimo appuntamento dopo essersi riconfermato vice-campione del mondo a Sepang. Per Andrea quindi si tratterà di affrontare il weekend senza eccessive pressioni, pensando solo al risultato della gara. Andrea vorrà sicuramente fare bene anche in questo ultimo atto di stagione per chiudere in bellezza una stagione positiva. 

Sarà invece la gara di addio in Ducati per Jorge Lorenzo, auspicando che lo spagnolo abbia recuperato dall’infortunio al polso che di fatto non gli ha permesso di disputare nessuna delle 4 gare a est. Le due settimane che separano Sepang da Valencia dovrebbero essere state sufficienti per un adeguato recupero dello spagnolo, in modo da permettergli di scendere in pista in uno dei suoi tracciati preferiti.

Sarà della partita anche Michele Pirro, che sarà schierato come consuetudine a Valencia in qualità di wild card con la moto del Ducati Test Team.  

Come sempre nei giorni successivi alla gara vi è in programma un appetitoso anticipo della prossima stagione, con i test che vedono tutte le squadre impegnate. Sarà l’occasione di vedere Danilo Petrucci vestire i colori ufficiali per la prima volta e salire sulla Desmosedici GP che con tutta probabilità sarà già in configurazione 2019.  

Il circuito intitolato a Ricardo Tormo è un tracciato molto tortuoso ricavato all’interno di un enorme catino formato dalle tribune dove si affollano i tantissimi appassionati spagnoli. Non è dotato di particolari allunghi velocistici, ma anzi le MotoGP passano molto del tempo sul giro parzializzando l’paertura dell’acceleratore. E’ un circuito che richiede quindi una ciclistica molto bilanciata per permettere buona velocità di percorrenza in curva.

Come è ormai tradizione nell’appuntamento conclusivo di stagione la Tribuna Ducati fornirà il su o incitamento ai piloti Ducati. Situata in uno dei punti più spettacolari del tracciato, all’esterno della curva n.2, raccoglie i Ducatisti locali ma anche tanti altri fan del marchio di Borgo Panigale provenienti da tutta Europa che approfittano per visitare la bella città spagnola e godersi l’appuntamento conclusivo della MotoGP.

GP della Comunità Valenciana
Circuito Ricardo Tormo (GP della Comunità Valenciana)
15 novembre - 17 novembre 2019 Circuito Ricardo Tormo
Info Generali

Il circuito Ricardo Tormo a Cheste, realizzato nel 1999, ha ospitato il suo primo Gran Premio nello stesso anno. La pista prevede diversi tracciati, di lunghezze differenti, che girano tutti in senso anti-orario. Sebbene l’impianto sia relativamente piccolo, le lunghe tribune che lo circondano possono contenere oltre 150.000 spettatori. Il layout del circuito crea un ambiente unico sia per i piloti che per il pubblico, sempre entusiasta, che arriverà sicuramente numeroso per l'ultimo Gran Premio del calendario.

Dati circuito
  • Lunghezza 4.005 Km
  • Curve 14
  • Giro record 1'31''171
  • Numero giri 27
  • Velocità media 158.1
  • 15 novembre
    • Prove libere 1 UTC
    • Prove libere 2 UTC
  • 16 novembre
    • Prove libere 3 UTC
    • Prove libere 4 UTC
    • Qualifiche 1 UTC
    • Qualifiche 2 UTC
  • 17 novembre
    • Gara UTC
Per tutti i Ducatisti sarà possibile seguire gli aggiornamenti live dalla pista e commentare le gare insieme a noi su Twitter e sui nostri account ufficiali Facebook e Instagram e non dimenticate di usare l'hashtag #forzaducati