Alla scoperta di Pag

L’isola croata vista dagli occhi (e dalla moto) di un endurista.

Chiudete gli occhi. Immaginate il vento caldo sulla faccia, l’odore dell’aria salmastra, il sole di giugno. E adesso riapriteli. Siete su un lungo ponte in sella alla vostra Multistrada 1260 Enduro: alle vostre spalle la terraferma e davanti a voi, pronta ad accogliervi, l’Isola di Pag. 

Per migliaia di giovani che ogni estate la scelgono per le vacanze estive, Pag è l’Ibiza dei Balcani: beach bar, party boat, dj set internazionali e movida 24 ore su 24. Ma per un endurista, l’Isola di Pag è una delle cose più simili al paradiso a cui si possa ambire sulla terra. Basta un primo sguardo per rendersene conto: uno scenario lunare, con grandi distese bianche su cui si riflette il cielo, basse colline rocciose e una natura che si presenta così com’è, nuda e cruda, senza ombra, senza traccia di vegetazione. Senza finzione. 

C’è un preciso momento, attraversando quel ponte, in cui nella mente dell’endurista esiste un solo pensiero: percorrere le curve asfaltate che lo separano dallo sterrato e godersi le rocce. Parlando di percorsi off-road, sull’Isola di Pag c’è l’imbarazzo della scelta: dalle strade principali, già coperte di ciottoli e non sempre perfette, si passa a percorsi secondari dominati da sassi e polvere, percorribili solo in sella alla moto giusta. Dopo aver dato sfogo al primissimo istinto da endurista, basta proseguire verso la città di Pag per rendersi conto che l’Isola è molto meno prevedibile di come sembra. Se all’inizio, infatti, vi ha sorpreso con un paesaggio lunare, avventurandovi all’interno vi ritroverete nel bel mezzo della macchia mediterranea, con la sua vegetazione sincera, ospitale ma anche un po’ selvatica. 

La bellezza di Pag sta proprio nei suoi contrasti, che la rendono giusta per i giovanissimi che vogliono divertirsi, per le famiglie che cercano la solitudine e per gli esploratori che viaggiano su due ruote.

Come nella vita, anche a Pag si tratta di scegliere la propria direzione. Se la vostra testa urla “divertimento”, puntate verso Novaglia, il cuore vibrante dell’isola: un piccolo paese che non dorme mai, con i suoi locali affacciati sul mare, i ristoranti affollati e le tante discoteche. Se Novaglia vive di notte, è sulla spiaggia di Zrce che centinaia di ragazzi si ritrovano di giorno, per ballare, farsi un giro sulle moto d’acqua, vivere ogni genere di attività e fare bungee jumping (sì, avete capito bene).

Di fronte a questo bivio tra movida o avventura in solitaria, probabilmente un endurista sceglierà la seconda. E non resterà deluso, perché, come dicevamo, esiste un alter ego della Pag giovane e chiassosa: un lato più ruvido e vero, fatto di spiagge isolate in cui regna una natura incontaminata, di tradizioni portate orgogliosamente avanti dalle famiglie locali e di piccole produzioni tipiche supportate dai suoi abitanti. 

La cultura gastronomica dell’isola si fonda su alcune solide certezze e, in primis, sul formaggio di Pago, celebrità culinaria riconosciuta in tutto il mondo: un pecorino dal sapore inconfondibile, dovuto ai pascoli delle pecore su pendii rocciosi esposti alla Bora. 

Se siete sull’Isola, non potete non assaggiare il famoso prosciutto di Pag e la carne di agnello, il cui gusto particolare è merito, ancora una volta, delle particolari condizioni climatiche, diverse rispetto all’entroterra, in cui gli animali vengono allevati. Con tutti i prodotti tipici i croati hanno una sorta di legame affettivo, ma il vero amore è la Rakija: si tratta di una tipica grappa bianca che cambia nome a seconda dell’ingrediente con cui è fatta, dal miele all’uva, a qualsiasi altro frutto. 

Qui ogni famiglia la produce in casa, a modo proprio. Provarla non sarà difficile: in ogni angolo di Pag, dalle spiagge ai paesi, troverete i vecchietti dell’isola che vendono la loro grappa homemade perché, come dice un famoso detto “se non avete provato la rakija fatta in casa, non avete affatto provato la rakija”.

Ducati Adventure Tour

Il mondo come non lo hai mai conosciuto! Per arricchire la sua offerta di viaggio, Ducati ha introdotto una grande novità:
l’ Adventure Tour!

Scopri di più
Scopri di più

Avventura oltre i confini

È tempo di immergersi nell'atmosfera selvaggia della Croazia, alla conquista di strade fatte di fango e polvere: un territorio in cui la nuova Multistrada 1260 Enduro è libera di esprimersi.

Inizia l'avventura
Inizia l'avventura

Nuova Ducati link

Connetti la tua Ducati e vivi un nuovo modo di viaggiare. Configura i parametri, parti, registra performance e itinerari, scopri nuovi amici. Questo e tanto altro in un’unica App.

SCOPRILA
SCOPRILA